Francesco Vitali si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Brera in scenografia nel 1996 con il massimo dei voti. Nel 1994 e nel 1995 ha studiato in California alla San Francisco State University nella facoltà di arte teatrale, lavorando come scenografo per diverse produzioni in prosa.

Nel 1997, mentre lavorava come light designer e fotografo a New York e San Francisco per lo spettacolo teatrale Sept, tratto da Les Sept Princesses di M. Maeterlinck, promosso dal Comune di Milano, con l’adattamento e la regia di Claudia Botta, ha iniziato una carriera di successo che lo ha portato a lavorare in diverse produzioni con diversi registi.

Nel 2000 ha vinto un concorso pubblico come scenografo realizzatore organizzato dall’Unione Europea e dalla Fondazione Teatro Massimo di Palermo; ha poi lavorato come scenografo per alcune produzioni di teatro musicale.

Nel 2002 ha vinto il premio come miglior direttore della fotografia al Meeting delle etichette discografiche indipendenti, per il videoclip musicale Humanoid di Puntog Blu.

Nello stesso periodo, ha anche iniziato la sua lunga collaborazione con la regista Federica Santambrogio e la regista e coreografa Deda Cristina Colonna per alcune opere  liriche e di teatro drammatico come disegnatore luci e scenografo.

La sua collaborazione con la signora Colonna include anche uno spettacolo teatrale “Voluptas dolendi i gesti del Caravaggio” (2002/2006) e l’ArtFILM basato sulla stessa performance teatrale di cui è stato regista e direttore della fotografia. L’ArtFilm “Voluptas dolendi i gesti del Caravaggio”, prodotto nel 2007 e pubblicato nel 2010 dalla Fondazione Marco Fodella, è ancora proiettato in tutto il mondo e trasmesso nei canali SKY CLASSICA HD dal 2010 al 2018.

La sua collaborazione con la la signora Colonna, include anche l’opera Armide, di Jean-Baptiste Lully, messa in scena dal 2015 al 2017 in Austria Innsbrucker Festwochen der Alten Musik, Germania Musikfestspiele Potsdam Sanssouci e in fine in Polonia presso la Warsawska Opera Kameralna, dove è stata trasmessa sul canale televisivo TVP Kultura nel 2017 e verrà trasmessa nel 2018 per la prima volta come la prima opera in assoluto, sulla televisione di stato polacca TVP1.

Nel 2017 ha scritto, diretto e co-prodotto un documentario dal titolo “Villa Visconti Borromeo Litta, quattro secoli di storia, un viaggio nel tempo tra arte delizie e giochi d’acqua”. Sponsorizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sarà proiettato in Italia e in tutto il mondo a partire dal 2018, pubblicato anche su DVD dall’Associazione Amici di Villa lotta, verrà trasmesso sul canale televisivo SKY ARTE HD a partire dal 2019 e su alcuni canali televisivi all’estero.

Foto: Barbara Deromedis